10/03/2013 - Maserada sul Piave - Per molte persone, il bar “Da Bettin” di Gemionite Roberto era una vera e propria istituzione. Un centro di aggregazione, un luogo di svago attorno al quale ruota la vita di Maserada “Alta” e dove ci si conosce tutti per nome. Un paio di anni con una nuova gestione, con un leggero cambiamento. Ma da qualche tempo dietro al bancone i volti sono orientali. E così il primo bar a Maserada sul Piave è passato ai cinesi. I quali posseggono la dote, una volta arrivati in un posto nuovo, di non cambiare nulla. Ma di lasciare tutto com'è sempre stato, per far sentire i vecchi frequentatori a proprio agio. Caffè, spritz, «cicheti». I clienti sono sempre gli stessi, anche il giornale sui tavoloni di legno, i videopoker. Nulla è cambiato a parte la gestione. E così nel Viale Caccianiga, vicino alla Chiesa, il bar parla cinese. In paese la gente è soddisfatta, nessuno si lamenta ed i commenti sono positivi: i cinesi sono molto gentili, attenti alle esigenze dei clienti, di cui conoscono tutte le abitudini e le preferenze in fatto di gusti. Si fanno chiamare con nomi italiani, conoscono poche parole, ma quelle che servono .A servire da bere è una ragazza di nome Lisa, che accoglie i passanti con la consueta gentilezza. Italiano lo parla ancora molto poco, ma non fa differenza.

PAGINA INIZIALE
Copyright © 2000-2013 Italok S.r.l
Tutti i diritti riservati