Marino Coglievina si racconta
- Una vita in immagini -

www.maserada.com



NAVE ARDITO D550 CACCIATORPEDINIERE

Motto
Nihil obest
(Nulla può fermarmi)
Il 18 settembre 1974 il C.T. Lanciamissili "ARDITO", al comando del capitano di vascello Giovanni Moro, parte da La Spezia per una lunga crociera in acque americane, per la durata di circa 5 mesi.
Qui incomincia la grande avventura del giovane volontario con la Nave "ARDITO", alla riscoperta del Nuovo Mondo, col seguente tragitto: La Spezia, Augusta, Ponta Delgada, Norfolk, Mayport, Porto Rico, Tampico, Vera Cruz, Panama, Guayaquil, Callao, Cartagena,
La Guaira, Puerto la Cruz, Fort de France, Porto Grande, Funchal, Augusta, La Spezia.

 

CROCIERA - NAVE ARDITO -

ISOLE AZZORRE 30 SETTEMBRE 1974 - PONTA DELGADA
Sgt.Italo Coglievina


ISOLE DI CAPO VERDE 01 FEBBRAIO 1975

ISOLE CAPO VERDE - 01 FEBBRAIO 1975
NAVE ARDITO
ALLE SPALLE LE ANTENNE GUIDA MISSILI CON RAMPA PER MISSILI TARTAR
PRIMA SPECIALIZZAZIONE DEL
SGT. ITALO COGLIEVINA


Questa è una parte della pergamena data al Sgt.Italo Coglievina in occasione del "taglio"dell'equatore, con relativo battesimo. Ora vi spiego come è avvenuto il battesimo: tramite interfono il Comandante della nave ha invitato tutto l'equipaggio, che non l'aveva mai vista, a vedere da vicino "la corda che segna l'equatore" dal ponte di volo dell'ARDITO. Ma il nostromo, in agguato e nascosto, è in attesa che tutto l'equipaggio sia impegnato nella ricerca, con lo sguardo fra le onde del mare, di tale "corda".
All'improvviso con un idrante annaffia tutti con una doccia generale, che è stata accolta con gran sollievo vista la temperatura equatoriale.
Segue poi un brindisi per i neo battezzati, come vuole l'usanza marinaresca.


Ricordo dell'imbarco su NAVE ARDITO D550