INVASIONE DI "ORDINI" A MASERADA SUL PIAVE
- Clicca sulle immagini per ingrandirle -

Risparmio risorse idriche
Con l’ordinanza n° 16/2012 del 28.03.2012 del Comandante della Polizia Locale sono stati introdotti obblighi e divieti finalizzati alla tutela delle risorse idriche riducendone gli sprechi.Nell’intero territorio comunale di Maserada sul Piave si impone quento segue:
- E’ vietato utilizzare l’acqua distribuita dall’acquedotto per scopi non strettamente civili. In particolare è vietato l’utilizzo per l’irrigazione di orti e giardini e per il lavaggio di autoveicoli.
- Nei pozzi a salienza naturale devono essere installati dispositivi di regolazione atti ad impedire l’erogazione di acqua a getto continuo, limitandola ai soli periodi di effettivo utilizzo e alla garanzia della funzionalità dell’impianto. I prelievi per uso domestico non possono superare il limite di 0,1 l/s, quale portata media giornaliera.
- I pozzi a salienza naturale destinati esclusivamente all’uso ornamentale dovranno essere chiusi entro la data del 30 giugno 2012 con le modalità stabilite dall’Unità di Progetto Genio Civile di Treviso (riempimento con utilizzo di materiale impermeabilizzante finalizzato ad impedirne la riapertura).
I trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa da €25,00 a € 500,00.


La Polizia Locale informa, inoltre, dell’obbligo di comunicare la sosta e/o il pernottamento nell’alveo del fiume Piave in occasione della festa di “Pasquetta” utilizzando l’apposito modulo predisposto.


PAGINA INIZIALE

Copyright © 2000-2012 Italok S.r.l
Tutti i diritti riservati