MASERADA SUL PIAVE E IL TERREMOTO
- 20/05/2012 -
di Italo Coglievina per www.maserada.com
- CONSIGLI - PRIMA - DOPO E DURANTE UN TERREMOTO-
Informati sulla classificazione sismica del Comune in cui risiedi. Devi sapere le norme da adottare per le costruzioni, a chi fare riferimento e quali misure sono previste in caso di emergenza.
Informati dove si trovano e su come si chiudono i rubinetti del gas, acqua e gli interruttori generali della luce tali impianti potrebbero subire dei danni durante il terremoto.
Evita di tenere gli oggetti pesanti su mensole e scaffali particolarmente alti. Fissa al muro gli arredi più pesanti perché potrebbe caderti addosso.
Tieni in casa una cassetta di pronto soccorso, eventuali medicine salva vita, una torcia elettrica, una radio portatile a pile, un estintore, ed assicurati che ogni componente della famiglia sappia dove sono riposti.
A scuola o sul luogo di lavoro informati se è stato predisposto un piano di emergenza, perché seguendo le istruzioni puoi collaborare alla gestione dell'emergenza.
Se sei in luogo chiuso cerca riparo nel vano di una porta inserita in un muro portante (quelli piu’ spessi) o sotto una trave. ti protegge da eventuali crolli.
Riparati sotto un tavolo.
È pericoloso stare vicino ai mobili, oggetti pesanti, e vetri che potrebbero caderti addosso.
Rimani lontano da finestre.
Non precipitarti verso le scale e non usare l'ascensore. Talvolta le scale sono la parte più debole dell'edificio e l'ascensore può bloccarsi ed impedirti di uscire.
Se sei in auto, non sostare in prossimità di ponti, di terreni franosi, o di spiagge. Potrebbero lesionarsi o crollare.
Se sei all'aperto, allontanati da costruzioni, da linee elettriche, da tralicci, potrebbero crollare. stai lontano da impianti industriali, e linee elettriche, cabine del gas depositi di gas infiammabili, distributori di carburanti.
Evita di andare in giro a curiosare e raggiungi le aree di attesa individuate dal piano di emergenza comunale. Bisogna evitare di avvicinarsi ai pericoli.
Evita di usare il telefono e l'automobile, dopo il terremoto.
Assicurarsi dello stato di salute delle persone attorno a te. Così aiuti chi si trova in difficoltà ed agevoli l'opera di soccorso.
Non cercare di muovere persone ferite gravemente. Potresti aggravare le loro condizioni.
Esci con prudenza indossando le scarpe. in strada potresti ferirti con i vetri rotti.
Raggiungi uno spazio aperto, lontano da edifici e strutture pericolanti potrebbero caderti addosso. Approssimativamente la distanza dagli edifici deve essere almeno uguale alla loro altezza.
Segnala agli enti di soccorso se sai di persone rimaste bloccate o coinvolte in crolli.
Non telefonare ai numeri di soccorso per chiedere informazioni.


31/05/2012


Varago

Maserada sul Piave

Maserada s.P. Madonna delle Vittorie


Salettuol S.Rocco

Particolare con vistose lesioni

Candelù
02/06"012 - Maserada sul Piave Sopralluogo di controllo staticità dei diversi campanili delle frazioni del Comune di Maserada, dopo le violenti scosse di terremoto in terra Emiliana, ma percepiti anche dalle nostre strutture. Ad un primo controllo sembrerebbero quasi tutti senza problemi, c’è un forse sul campanile di S.Rocco a Salettuol con diverse screpolature interessanti da analizzare più approfonditamente, visibili anche dalle foto.

02/06/2012 - Maserada sul Piave - Anche a Maserada ci hanno segnalato un crollo in Via Valsugana derivante dalla scossa sismica del 29/05/2012, ci siamo recati sul posto ed eccovi le immagini, si tratta di un vecchio "barco" per ricovero fieno attrezzi da lavoro di campagna, che ha ceduto alle sollecitazioni e alle vibrazioni della forza della natura. Nessun danno alle persone essendo in una zona isolata, fa comunque una certa impressione.

31/0572012 - Maserada sul Piave -

Anche a Maserada sul Piave pronte le squadre della Protezione Civile in soccorso alle popolazioni terremotate dell’Emilia.
Aspettano solo l’ok per la partenza.


31/05/2012 - Maserada sul Piave -
La paura o il panico si fa sentire anche a Maserada più di qualche famiglia ha rinunciato di passare la notte in casa optando al Camper o Roulotte, lontani dalle mura domestiche. Sicuramente una psicosi che prende dalla troppa tv, che morbosamente vuol far spaventare ancor di più. Girando i vari canali non si vedono altro che immagini distruttive e questo è il risultato.

29/05/2012
Maserada sul Piave

Ore 09,00 Grande scossa di terremoto, avvertita maggiormente nei piani alti delle case, molte
e-mail di spiegazioni e conferme sono giunte in redazione, non segnaliamo alcun danno a persone o cose, nel nostro paese



29/05/2012 - Maserada sul Piave -
Allarme terremoto un sistema salvavita. ,

Dal Veneto e precisamente da Maserada patria del vino e proseccho DOCeccovi il salvavita anti terremoto, ecologico, perché non consuma energia elettrica, ricicla materiale di scarto il vetro, il funzionamento è garantito e non costa nulla.
Materiale richiesto, 2 bottiglie di Prosecco o Vino Frizzantino del Piave, bevute e svuotate con gli amici. Si lavano, si capovolgono, si appoggiano capovolte a leggero contatto tra di loro. In tale posizione il baricentro delle bottiglie è molto alto, quindi molto instabili e sensibili ad ogni vibrazione. Se il terremoto è leggero sentirete un tintinnio che sicuramente nel silenzio della notte vi sveglierà. Se il terremoto incomincia ad essere più consistente e pericoloso, le bottiglie già in equilibrio instabile cadranno, svegliando anche chi avrà il sonno più pesante. Una nota importante, le 2 bottiglie devono essere di capienza diversa, risentiranno meglio le diverse frequenze di oscillazione o vibrazione del terremoto, parola di Italo Coglievina il progettista. Dedicato agli amici di www.maserada.com , questo progetto l’ho sperimentato come soccorritore nel terremoto dell’Irpinia nel 1980 e dell’Abruzzo 2009 con risultati sorprendenti.
Provare per credere.


20/05/2012 -DOCUMENTO ECCEZIONALE -
- Ripreso il Terremoto a Maserada sul Piave
-
Ore 04,00 del mattino diversi maserdesi si risvegliano dall’ululato continuo e intenso dei propri cani da guardia. Sembrava un risveglio prematuro della natura ancora assopita alle prime luci dell’alba, la terra inizia a tremare alle 4,05 con il tintinnio dei portoni dei garage, per diversi secondi. Così testimonia la telecamera di sorveglianza in questione. Terremoto che ha avuto l’ epicentro in Emilia-Romagna nel Ferrarese. Passano le ore e continuano a giungere in redazione testimonianze della notte da incubo vissuta dai maseradesi, soprattutto il sisma si è sentito maggiormente a Maserada alta, ma per fortuna nessun danno attualmente da segnalare nel nostro paese
PAGINA INIZIALE

Copyright © 2000-2012 Italok S.r.l
Tutti i diritti riservati - www.maserada.com