*MASERADA sul PIAVE*
Via Spartaco Lantini
(Medaglia d'oro Artigliere del 44' Rgt. Art. caduto a Salettuol di Maserada sul Piave 15.06.1918)

.....................................................Via Spartaco Lantini


LA STORIA del Tenente SPARTACO LANTINI
di
MARINO COGLIEVINA

Durante la notte, fra il 14 e il 15 giugno 1918, gli Austriaci ammassarono le loro forze d'attacco sulle rive del Piave di Cimadolmo,
in attesa di passare il fiume dalle Grave di Papadopoli a Salettuol di Maserada, per aprirsi la via verso Treviso e Venezia.
Verso le 5 del mattino le posizioni degli Italiani vennero fatte segno di un copiosissimo tiro di proiettili fumogeni che provocarono una nebbia fittissima. Verso le ore 6 scattarono le fanterie Austro-Ungariche sotto il tiro delle mitragliere Italiane, prontamente intervenute, per bloccare l'avanzata nemica del letto del Piave sull'argine fortificato intorno alla chiesetta di S.Rocco nella frazione di Salettuol.
Verso le 10 il nemico metteva piede sullo stradone di Maserada incontrando la fine della resistenza degli Artiglieri del 38" e del 44' Rgt. Art.
Il Gruppo del Colonnello Lehar, penetrato per 500-600 metri, veniva fermato dai Fanti della "Veneto" , tra i cespugli spinosi ed il reticolato nella zona del "parabae ", attraversata da trincee e camminamenti protetti da mitragliere e bombarde.
Alle ore 12 furiosi combattimenti e confuse azioni a cavallo nello stradone sassoso vedevano un giovanissimo ufficiale del 44' Art. il diciannovenne tenente SPARTACO LANTINI, quasi sopraffatto nell'osservatorio sulla linea dei Fanti, attaccare e cadere sotto il fuoco
rabbioso del nemico. Benche' ferito si slanciava ripetutamente fuori dalla trincea per cadere crivellato di ferite con il nome d'Italia sulle labbra.
Alle 14 i Genieri e i Fanti passarono al contrattacco respingendo il nemico sul greto del Piave "Non passa lo straniero !…"dissero gli Artiglieri.
Alla sera, verso le 20, la brigata "Caserta "ristabiliva il fronte sull'argine pietroso di Salettuol, mentre il nemico si nascondeva sul ghiaione del Piave, invalicabile, tentando la riscossa ormai impossibile. Da quella sera il Piave divenne " Sacro alla Patria ". -



VIA SPARTACO LANTINI - Vecchia fornace in disuso -


VIA SPARTACO LANTINI - Vecchia casa con una scritta sbiadita " Via Salettuol" forse il nome precedente della via.

PAGINA PRINCIPALE
Copyright © 2000 - 2007 Italok S.r.l.
Tutti i diritti riservati